Ruderi in tv

Nella foto, un cosplayer di Philippe Daverio

Spero non diventi un’abitudine perché ne va della mia sanità mentale, ma anche giovedì scorso ho commentato in diretta Annozero su Twitter. La combinazione Veltroni-Porro-Bondi è stata dura da reggere ma ce l’abbiamo fatta. Ecco il diario di guerra:

anche ad #annozero la moda di facebook di usare facce dai cartoni: Bondi è il cane di Heidi, Veltroni è Chobin

Porro è proprio fastidioso, cazzo. Nomen omen?

Scamarcio è proprio un uomo da cinema! non guarda mai in camera! GENIO!

Andrea Purgatori è uno bravo. Tra l’altro dei 3 a parlare in piazza finora è l’unico che ha dimostrato “cultura” parlando in italiano.

ah! una fugace inquadratura di Valeria Solarino! tra ste tante facce di chobin finalmente qualcosa da cui restare ammaliati

Veltroni ricorda cosa ha fatto per la cultura quando era ministro, MA ANCHE quando era sindaco di Roma

perché quando si parla di gianni letta si deve dire sempre “dottor gianni letta”? ma che, gianni è il secondo nome?

Bondi dice tante di quelle banalità che potrebbe essere deputato del PD (arre’, “dottor gianni letta”…)

se bondi avesse le palle gli fumerebbero mentre parla travaglio

crolla pompei e i miei gatti crollano per il sonno con le parole di bondi

vabbe’ s’è capito che l’unico rudere che interessa a Bondi è Berlusconi

Philippe Daverio è troppo finto per essere vero

Qualcuno dica a Garrone che è vero, Bondi ha visto Gomorra! Ha detto che è il suo film di fantascienza preferito dopo La storia infinita

La proposta del governo sarà ospitare i cittadini dell’Aquila dentro i termovalorizzatori inutilizzati in Campania

bisognava aspettare che crollasse Pompei per capire come sta messa male.Aspettiamo che cada il governo per capire come siamo messi male?

NO! Il Tea Party italiano! Ha la stessa faccia da fesso e parla di privatizzazione come quei buzzurri corrispettivi americani. OH MY GOD

okay, con l’immagine del sosia di Jean Claude di sensualità a corte come esponente del tea party italiano posso morire a letto

Donna Almirante strikes back

Altro che Sky! Altro che streaming! Grazie ai potenti mezzi del web, mentre guardavo Anno Zero ieri sera ho scritto una serie di commenti in diretta via Twitter (e FB, di riflesso) della puntata. Ve la rifilo anche su queste colonne, che riciclare fa bene al pianeta.

ad Annozero, campagna elettorale con Bocchino.

ospiti della serata, le chiome canute di Belpietro e Casini, la bella & Telese, e credo almeno un leghista.

Belpietro è ancora visibilmente scosso dall’attentato che ha subito qualche sett fa. Guardate che occhi spenti

Telese è un bratwurst con la giacca a righe che dice cose intelligenti

Casini apre le vocali in maniera preoccupante. Ma è ancora più preoccupante quando cita il vangelo

dopo avere cannato una citazione del vangelo, Casini si infervora come un Di Pietro qualunque

nooooo! “Donna Almirante”! la vecchia suocera rincoglionita che nessuno di noi ha mai voluto!

a Donna Almirante evidentemente da fastidio la parola “libertà”. E dopo la casa di Montecarlo ora c’è pure la casa di Almirante…

signori, la più demenziale spiegazione del saluto romano. Sempre by Donna Almirante. Ma non la rinchiudono?

E’ il momento di Renzi, l’Obamino toscano che colleziona nei come Vespa

lo volevo! volevo sentire Renzi pronunciare la parola “bohhino” con il suo accento. Grande momento di televisione, in fascia protetta

Renzi ci prova spudoratamente e romanticamente con Casini. Ma c’è sempre un Bocchino di mezzo

Bocchino teme che Silvio faccia brutte figure se i giornalisti in Corea gli chiedono cose imbarazzanti.Ma se di solito fa tutto da solo?

se continuano a citare Lele Mora mi metto a vomitare

secondo me quei poveracci non scendono dalla gru finché qualcuno non dice che sono nipoti di mubarak

il momento delle acrobazie, spero: sono veramente curioso di vedere come farà Bocchino a giustificare le conseguenze della Bossi-Fini.

telese che si immedesima negli immigrati che non mangiano è un ossimoro cicciuto vivente

“la clandestinità secondo le statistiche è criminogena”. Bocchino si arrampica sulle gru

ogni volta che parla Belpietro, nel regno delle fiabe, una fatina MUORE

mentre parla Travaglio, Belpietro dirigna tanto i denti che il mento gli tocca la punta del naso

dai sondaggi, gli elettori di sinistra preferiscono a Bersani nell’ordine: il mostro di Lochness, Fini, Priebke, Magneto e uno stafilococco

Non posso farci niente, secondo me Renzi ha sbagliato tutto: poteva essere il nuovo Pieraccioni, porco cane.

Giulia Innocenzi impedisce a bocchino di parlare. Pessimo caso di Bocchino Interruptus

vi lascio a Vauro, che fa ridere certamente più di me (ma meno del trio Renzi-Bocchino-Casini)

cmq tra luisella costamagna, casini e bocchino è stata una puntata ad alto contenuto erotico

The End

E’ stata una lunga, appassionante e misteriosa storia d’amore.

Magari nei prossimi giorni, tempo permettendo, qualche riga in più.

L’immagine qui su è di Chip Zdarsky.

Lost in life

In una settimana fantascientifica, stracarico per scadenze vecchie e nuove, oberato da impegni che non riesco a rimandare, afflitto da questioni personali, entusiasta per stravolgimenti professionali, non ho tempo per aggiornare il blog, ma mi appunto il countdown alla sesta ed ultima stagione di Lost con questa ADORABILE immagine promozionale (che viene da una lunga tradizione).



(click to zoom)

Trova le differenze

Questo è giornalismo

Questo è fascismo

(e a proposito di Giornalismo vero, stasera a Blu Notte si parla di Ilaria Alpi).