Su la Repubblica

 

Il 15, il giorno della sentenza Rostagno, è apparsa su Repubblica (edizione di Palermo) un’intervista che avevo rilasciato a Giuseppe Rizzo ormai qualche settimana fa. Ve la ripropongo. Si parla di Jan Karski, delle mi ispirazioni e della mia esperienza. E di questa terra maledetta e benedetta.

repubblica1 repubblica2

“Jan Karski: L’Uomo che scoprì l’Olocausto” in libreria

Se i social network sono gli assassini delle normali relazioni sociali non saprei, di certo hanno ucciso i blog. Il mio War Bulletin ne ha risentito di certo, quindi se passavate di qua per avere notizie delle mie produzioni sarete rimasti un po’ indietro.

Veniamo al dunque: il 15 gennaio è uscito in tutte le librerie Jan Karski: L’uomo che scoprì l’Olocausto, la graphic novel che ho annunciato un anno fa. È disegnata dall’amico e compagno di parecchie avventure ormai Lelio Bonaccorso, per la prima volta a colori in una storia lunga grazie ai suoi collaboratori Claudio Naccari, Chiara Arena e Giulio Rincione.

cover_karski-1

Scrivo queste righe a più di due settimane dall’uscita per il libro, uno sforzo produttivo di altissimo livello da parte dell’editore Rizzoli Lizard, e già raccogliamo i primi frutti e i primi pareri.

Per La Lettura, il supplemento culturale del Corriere della Sera, abbiamo realizzato una tavola ad hoc dall’insolito formato orizzontale per raccontare l’incontro cruciale di Jan con il presidente F.D. Roosevelt: gli raccontò degli orrori della guerra, visti con i propri occhi mentre faceva da corriere per la Resistenza Polacca e quando si infiltrò prima nel Ghetto di Varsavia poi nel campo di Izbica-Lubelska.

1602024_802800489737485_879520612_o

L’Ansa ha prodotto un lancio sul libro, D di Repubblica ha dedicato un’anteprima sul suo sito, il portale MSN un video e un articolo con un’intervista. Vincenzo Mollica ci ha segnalati su Mollica Istantanee e il TG1 nella rubrica Billy domenica 26.

Ho anche rilasciato un’intervista al GR di Rai Parlamento e una a Linkiesta. Il 26 è uscito un articolo fiume su La Gazzetta del Sud, e l’indomani, Giorno della Memoria, siamo stati segnalati su La Gazzetta dello Sport e su L’Unità, con le nostre vignette a illustrare la doppia pagina sulla ricorrenza.

Le prime recensioni sono molto lusinghiere e sono apparse su Il Venerdì di RepubblicaIl Bar del Fumetto (molto approfondita), La Grande Testata (con intervista a Lelio)  Readers Bench e Postcardcult (davvero esaltante). C’è anche una recensione negativa su Mangaforever, che ovviamente non commento. Al più mi limito a dire che mi lascia quantomeno perplesso il primo commento, subito sotto.

E mi sono perso sicuramente qualcosa per strada.

Abbiamo già presentato il libro con successo a Roma, all’Istituto Polacco, e a Torino, al Museo della Resistenza. Posti bellissimi, pubblico appagato e ottima compagnia. Le prossime presentazioni (se ne aggiungeranno certamente altre):
7 febbraio, 18:30 – Feltrinelli, Via Cavour 133, 90133, Palermo
8 febbraio, 18:30 – Libreria del Corso, Corso Vittorio Emanuele, 61, 91100 Trapani
15 Febbraio, 17:00 – Libreria Mondadori, Via Garibaldi 56, 98122 Messina (solo Lelio)
15 Febbraio, 17:00 – Feltrinelli, L.go Giulio Cesare 4, 47920, Rimini (solo io)

Prometto che nei prossimi mesi dedicherò più spazio su queste colonne virtuali a questa sudatissima opera, che tante soddisfazioni ci sta dando.

Lucca 2013 is coming

cykedog

Non aggiorno il blog da agosto e mi pare il caso vista l’occasione imminente. Anche quest’anno, dopo un anno senza comparsate nelle varie fiere sparse per lo stivale, prenderò parte al baraccone di Lucca Comics. Per la prima volta da una vita per tutti e quattro i giorni, da giovedì 31 a domenica 3. Non ho miei nuovi fumetti da presentare (il prossimo, Jan Karski, l’uomo che scoprì l’Olocausto esce a gennaio) ma verrò nelle prestigiose e ambite e sudaticce vesti di editor Panini Comics e delle testate degli X-Men e dell’evento Marvel Age of Ultron (e del prossimo, Infinity) in particolare. Quindi, mi trovate stabile allo stand Panini Comics, che quest’anno si trova a Piazza San Martino (e non come al solito a Piazza Napoleone, quindi occhio). Parteciperò certamente a una delle conferenze della casa editrice, sabato 2 novembre ore 15:00, nella sala conferenze della Camera di Commercio (alle altre penso farò una capatina). Nelle pause farò un salto allo stand Becco Giallo ma se volete venirmi a trovare a quello Panini per scarabocchi sui miei volumi, come di consueto sono a disposizione. In alternativa, la sera vagherò mascherato per sfidare le autorità. A Lucca!

Chi si ricorda di Nino Agostino? – il fumetto

Il 5 agosto del 1989 Nino Agostino e la moglie incinta, Ida, vengono uccisi davanti alla casa di Vincenzo e Augusta Agostino. Si dice che Nino avesse sventato l’attentato a l’Addaura ai danni di Giovanni Falcone, qualche tempo prima. Il 5 agosto 2012 io e Lelio abbiamo omaggiato queste due vittime dimenticate, con un fumetto di due pagine apparso su La Lettura, supplemento culturale del Corriere della Sera. Oltre che da una notevole mole di documenti, questo breve contributo trae spunto da alcune intense chiacchierate avvenute tra noi e  Vincenzo.

A un anno di distanza, mi sembra di fare cosa gradita presentandovi quelle due paginette qui di seguito. Basta cliccarci su per aprire la versione più grande (e leggibile).

ninoagostino_lettr_col_web

ninoagostino2_lettr_col_web

Scarafaggi in mostra a Napoli

Quest’anno, purtroppo, non sarò fisicamente presente al Napoli Comicon, ma ci saranno le tavole del libro illustrato che ho scritto per i disegni di Lelio Bonaccorso, L’invasione degli scarafaggi – La mafia spiegata ai bambini.

Le illustrazioni sono esposte dal 5 aprile al 3 giugno presso la sede dell’Ordine dei Giornalisti della Campania. È solo una delle tante iniziative organizzate dagli amici partenopei per la rassegna Comicon OFF.