La gatta sul foglio che scotta

Sono vivo, tranquilli, ho solo avuto un po’ da fare.
In attesa che riprenda il reportage da Berlino (mancano giusto un paio di post), intanto beccatevi questo mio schizzo della Gatta Nera, contorsionista surreale pur di mostrare il culetto.

Annunci

La falce e il Mastella

Il problema di questo nuovo governo, non è tanto l’inaspettata presenza di Mastella alla giustizia (inaspettata anche per lui mi sa) “contentino” che dovrebbe farlo stare quieto, ma la triste e deludente lottizzazione in stile Prima Repubblica delle poltrone, che per favorire i ritagli per partito ha sacrificato la presenza numerosa delle donne e dei siciliani (dov’è la Finocchiaro? E Orlando?).
Quantomeno questo equilibrio da misurino, deludente viste le premesse e le promesse di Prodi, si frappone ad una scelta intelligente delle più alte cariche dello stato: un ex-PCI e gentiluomo alla Presidenza della Repubblica, un politico navigato e dalla fine intelligenza al senato, e sopratutto Bertinotti che si trova in un posto di responsabilità e mediazione da dove non potrà fare la sua solita opposizione perenne, ma anzi contribuirà con una voce fuori dagli schemi consueti tra le più alte cariche dello Stato.
Ci tocca accontentarci e stringere i denti nonostante le delusioni, se l’Italia deve ripartire e il Berlusconismo cancellato, è necessaria la collaborazione di tutta la base. Critica e partecipativa, certo, ma responsabile.

Apologia di suicidio

Anche io, come il mio amico Sergio Algozzino e altri bei nomoni (come Nicoz, Niccolo’ Storai, Gianluca Costantini etc) ho realizzato una storiella per la fanzine underground Quijote, pubblicata dal carissimo Remo Fuiano, che verrà distribuita a Lucca Comics di quest’anno.
E’ stata la piacevole occasione per rispolverare le mie (non)doti di disegnatore, utilizzando lo stile tra Joe Sacco e Peter Bagge che ho usato in qualche illustrazione e qualche lavoretto di grafica estemporaneo (magari prossimamente vi mostro qualcosa) e che utilizzerò per la 24h comics prossima ventura.
Mi rendo conto, è venuta una cosa molto veloce (ho fatto tutto di getto stanotte!), ma ne apprezzo l’umorismo macabro e l’essenza provocatoria.
Aspetto di sapere cosa ne pensate 🙂

Ho!Ho!Ho! — Snikt!

Dopo la tavola dell’anno scorso, qualcosa di più semplice da usare come cartolina natalizia, quest’anno:

Entra nella città del peccato…

Lo so, lo so. Vi aspettate il mio resoconto del concerto dei Queen, le foto e i video. Oppure un aggiornamento sulle mie tormentate, ciniche, deprimenti vicende personali degli ultimi tempi. Ma queste ultime ve le risparmi per carità di patria, mentre per il reportage, Blogger mi prende per il culo da un giorno intero. Ieri sera ho scritto la prima parte del reportage del concerto più bello della mia vita, con foto, video e (udite udite) audio, ma un errore di Blogger me lo ha fatto cancellare. Ecco quindi che l’ho riscritto, ma al momento di pubblicarlo un errore di Explorer mi ha chiuso la finestra. Immaginate le bestemmie alle 3 di notte…
Oggi, tutto il giorno, Blogger.com è stato inaccessibile, e adesso non ho tanta voglia di scrivere.
Ne approfitto allora per pubblicare qui l’anteprima della pin up di Sin City che uscirà sul numero 159 (in edicola i primi di maggio) di Rumore, la celebre rivista di musica dedicherà infatti un lungo special/tributo curato da alcuni amici (Sergio Nazzaro, Stefano Perullo, Ettore Gabrielli) al fumetto e al film di Frank Miller. Oltre alla mia pin up, un’altra splendida by Daniele Tomasi.
Voilà: