Karma Comicus

In questi ultimi giorni mi sono trovato a sostituire temporaneamente Gennaro alle redini di Comicus (come saprete, per vari motivi, la mia presenza nella gestione del sito è quasi del tutto scomparsa). E proprio nei giorni in cui sarebbe dovuta andare on line la nuova veste del sito. Una grafica che ho realizzato mesi fa (mi pare ci fosse ancora Karlo) e che veniva incontro a decisioni e discussioni covate in diversi mesi di utilizzo della vecchia grafica. Per vari motivi è stata rimandata, adesso è finalmente on line (al solito indirizzo, www.comicus.it) e il risultato pare piaccia. Così come pare gradita l’idea del blog (comicsaddicted.blogspot.com). Ieri, dopo la solita giornata massacrante, ho passato la serata a filo diretto con l’immarcescibile Davide/Curioso per definire le ultime cose. Un grosso grazie quindi a lui, a Gennaro (sì, anche se non c’era ieri sera!), a Daniele e ad Anna per lo sbattimento quotidiano culminato in questi giorni nonostante la sfiga. Effettivamente riflettendoci si sono rotti due pc (quello di Daniele e quello di Gennaro) in una settimana e mezzo proprio a pochi giorni dal debutto del nuovo look…!

Vi segnalo, tra l’altro, uno dei contenuti di cui vado più orgoglioso dell’update di ieri, ossia la video-intervista a Tim Sale: un’esclusiva sorta ieri alle 19:30 grazie alla collaborazione della Universal e andata on line in brevissimo tempo. Ecco, quello è stato un bel colpo di fortuna.
Karma?

Annunci

ComicUs… magazine?

Visto con cosa se ne usciti Gennaro e i ragazzi di Comicus? Straordinari. Io mi sono permesso qualche suggerimento qua e là, ma è tutta farina del sacco della “nuova gestione” del sito. Sono orgoglioso di loro. E un applausone soprattutto a Gennaro, Annina, Andrea e Davide per lo sbattimento.

Marc(i)o su Roma


Domani parto per Roma. Vado a trovare (finalmente) la mia ragazza, a mangiare la porchetta con i miei guru Alessio e Pasquale, a salutare amici e fare spese. Spero di riuscire a stare lontano dai computer, dopo l’ultimo mese di fuoco, e di riposarmi un pochetto, almeno fino a domenica, quando tornerò. Quindi vi lascio con alcuni compitini per casa:

– Su Comicus.it trovate, oltre ai consueti aggiornamenti, (tra cui recensioni a ritmo giornaliero!) il ritorno delle strip di Debbie Dillinger, da me sceneggiate. Come se non bastasse, gli ultimi due speciali sono veramente molto, molto interessanti: nel giro di due settimane abbiamo ospitato interviste a Sfar e Bernet, due grandi maestri del fumetto internazionale. Di Bernet potete leggere addirittura una storia completa di Torpedo. Insomma, CUS si riconferma sempre il miglior sito italiano di fumetti, parola di papà orgoglioso.

– E’ risorto, dopo qualche tribolazione, l’ottimo sito Kinart del fratello in armi Sergio Algozzino. Suggerisco gli aspiranti fumettisti e non di seguirlo attentamente. Inoltre prossimamente anche io dovrei curare un tutorial di sceneggiatura.

– Altro sito tornato tra i vivi quello della 24 ore del fumetto coordinata e promossa da Lo Spazio Bianco.it. C’è anche la storia che ho realizzato per l’edizione di Palermo dell’ottobre scorso, intitolata “L’imprevedibilità dell’ombrello”, un delirio orribile che vi prego di giustificare visto che avevo la febbre. Ma almeno l’ho completata.

Mastro Gianni

Gianni Allegra è uno dei primi professionisti del settore che ho conosciuto di persona. Me lo presentò Franco Borghi, personale nume tutelare e organizzatore di eventi fumettistici nel trapanese, quando ero un quattordicenne fanzinaro di belle speranze. Allegra lo conoscevo per le vignette su Smemoranda e Comix, mi pare ancora non collaborasse con Repubblica. Vederlo adesso orgoglioso e trepidante come se fosse la sua opera prima davanti l’uscita prevista per domani di Il Giocatore, mi incuriosisce e mi ricorda ancora una volta che gran persona che è. Immagino sia perché per certi versi il libro è una specie di opera prima, il primo vero e proprio fumetto dell’autore, una graphic novel tragica scritta dalla regista di “Tano da Morire”, Roberta Torre.
Intervistare Gianni è sempre un piacere, ha sempre cose nuove da dire e quello che mi ha già detto lo ridice sempre sotto una luce nuova. L’ultima intervista che gli ho fatto, stavolta via email, è apparsa su ComicUs insieme ad un’anteprima de Il Giocatore. Nonostante il mio “distaccamento” dal sito in occasioni come queste non posso mancare di farmi vedere. Venerdì era andata on line un’altra chiacchierata su Ateneo, ma non è più visibile.

Bendis per tutti!

Ci tengo a segnalarvi l’intervista che ho condotto dal vivo a Mantova Comics con Brian M. Bendis, pubblicata su ComicUs.it. Bendis è lo scrittore di Ultimate Spiderman, hit degli ultimi anni, e una delle menti pensanti della Marvel Comics. Uno scrittore fondamentale, un vero appassionato, che col suo stile secco e cinematografico ha influenzato le nuove e le nuovissime generazioni di sceneggiatori. La trovate qui.