Il Babbo Natale della Pepsi

In puro spirito natalizio non vuole rompervi le scatole, quindi non vi taggerò in nessuna foto, non vi manderà email a catena o messaggi privati, non vi scriverà sms sconci su come si dilettano befane e renne da mandare ad altre 10 persone, né vi manderà “regali” via facebook. Però vi auguro buone feste (laiche o no, come volete) e buoni appanzamenti insieme al Babbo Natale della Pepsi (now available in no-logo version).

Servizio pubblico

Voglio venire incontro alle decine e decine di persone che finiscono su questo blog grazie a Google immagini digitando due chiavi di ricerca: “voglio morire” e “selvaggia lucarelli hard” (che li conducono rispettivamente qui e qui).
Spinto da uno spirito di servizio, anche io mi sono appellato al dio Google O’ Thep, e pur senza inserire punti interrogativi, ho trovato un po’ di risposte. Se volete morire e chiedete consigli al computer, non c’è niente di meglio che usarlo come tramite verso altri esseri umani, magari competenti, o in alternativa ragazzini che non ne capiscono un cazzo (tranne questo genio qui: “se chiedi aiuto allora non vuoi morire; se invece vuoi veramente morire non lo gridi al mondo, lo fai. Quindi sono sicuro che non morirai, almeno per i prossimi 100 anni”).

Per quanto riguarda Selvaggia Lucarelli hard, credo che questa sia la cosa più zozza che ha fatto, ma vi invito a smentirmi (per il bene di tutti). Pare che la Selvaggia abbia fatto un reportage sull’industria porno ungherese, e se vi accontate dell’accostamento Selvaggia Lucarelli – Hard, forse vi basta questo.

Ch-ch-change

È un periodo di cambiamenti. Inevitabile che si riflettano anche sul blog, visto anche che ci pensavo da mesi…

Oggi sciopero

Oggi, 14 luglio, questo blog aderisce all’appello di Diritto alla Rete contro il Ddl Alfano che imbavaglia Internet in Italia.

Creepy Christmas to everyone!

Anche quest’anno non ho il tempo per preparare cartoline natalizie, ma porto avanti la tradizione degli ultimi anni di trovarvi chicche a tema natalizio tra le copertine d’altri tempi. E dopo il gioiellino firmato Neal Adams e i pupazzi di neve telepatici killer dall’oltre spazio vi regalo, per augurarvi laiche buone feste, una copertina di Creepy decisamente insolita.